Lavori nel campo dell'arte? Inserisci una tua recensione! REGISTRAZIONE1!





mostra d’arte a Vicenza
mostra d’arte a Vicenza

Incrocio tra culture: mostra d’arte a Vicenza

La Cina e lItalia sincontrano idealmente nella Basilica Palladiana. Flow, questo il nome dellesposizione, si propone come unesperienza sensoriale unica.

Accostamenti stimolanti, materiali condotti a nuova “vita”, uno sfondo suggestivo. Flow - Arte contemporanea Italiana e Cinese in dialogo è – lo dice già il nome – un vero e proprio “flusso” che contiene tutto questo, e naturalmente molto di più. I curatori Maria Yvonne Pugliese e Peng Feng, forti della prestigiosa cornice architettonica fornita dal salone superiore della Basilica Palladiana di Vicenza, hanno realizzato una mostra che vuole abbattere ogni frontiera, non solo geografica ma anche percettiva, per regalare ai visitatori un’esperienza irripetibile. Un modo per scoprire l’Estremo Oriente rivalorizzando il patrimonio artistico nostrano: il segreto è scrutarlo sotto una luce diversa. Manufatti che diventano strumento per comprendere e per rimettere in discussione.

L’allestimento, concepito dall’Associazione Culturale YARC e sviluppato congiuntamente all’Assessorato alla Crescita del Comune, portato a termine grazie al patrocinio della Regione Veneto e con l’intervento dell’Istituto Confucio di Venezia, ha aperto le porte al pubblico lo scorso 25 marzo e sarà visibile fino a domenica 7 maggio (dal giovedì alla domenica). Sono esposte 28 opere, frutto dell’inventiva di 24 artisti provenienti da entrambi i Paesi – Italia e Cina – in uno stimolante contrasto di metodi e materie. Si va dagli oggetti di carta a quelli in plexiglas, attraversando “ridefinizioni” di lana, alluminio e ceramica, per giungere all’impiego di tecniche digitali e alle performance dal vivo.

Un confronto libero, aperto (anche per gli osservatori) fra opere d'arte, senza interpretazioni univoche od “obbligatorie”. Mediante collocazioni strategiche, l’arte contemporanea italiana e cinese finisce con il colloquiare, lasciando che il fruitore si interroghi sul perché l’autore privilegi un determinato procedimento o un certo colore piuttosto che un altro.

Inoltre, per soddisfare ogni spontanea curiosità che possa sorgere sul momento, sono a disposizione dei video nei quali ogni artista spiega la gestazione della sua opera (spiegazioni trascritte pure sul catalogo). Se non dovesse bastare, c’è FlowTalk, la ripresa (riproposta a ripetizione tutti i giorni) dell’incontro inaugurale con il filosofo Marcello Ghilardi e il suo collega – nonché critico – Riccardo Caldura, chiamati a ragionare sul significato della parola “dialogo” nell’ottica della manifestazione.

Fra i maestri italiani in mostra ricordiamo almeno Bertozzi&Casoni e Piero Gilardi; fra i cinesi possiamo menzionare i Chao Brothers e Li Wei. Il biglietto d’ingresso costa 7 euro. Per maggiori informazioni consultare il sito www.mariayvonnepugliese.it o inviare un’e-mail a valeriaiotti@somekindofstudio.it.


Lavori nel campo dell'arte? Inserisci una tua recensione! REGISTRAZIONE1!

  • Login
  • REGISTRAZIONE
  • Privacy Policy
  • Cookie Policy